giovedì 23 aprile 2015

Read...Read...Read...


Today is the World Book Day a yearly event on April 23, organized by the United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization (UNESCO), to promote reading, publishing and copyright. The Day was celebrated for the first time on 23 April 1995.





La Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore è un evento patrocinato dall'UNESCO per promuovere la lettura, la pubblicazione dei libri e la protezione della proprietà intellettuale attraverso il copyright.
A partire dal 1996, viene organizzata ogni anno il 23 aprile con numerose manifestazioni in tutto il mondo.



The connection between 23 April and books was first made in 1923 by booksellers in Catalonia  as a way to honour the author Miguel de Cervantes, who died on this date. In 1995 UNESCO decided that the World Book and Copyright Day would be celebrated on 23 April, as the date is also the anniversary of the death (and birth)  of William Shakespeare and Inca Garcilaso de la Vega, as well as that of the birth or death of several other prominent authors.

William Kay Blacklock - A Quiet Read c1900
Sulla base di una tradizione catalana, il 23 aprile è stato scelto poichè è il giorno in cui sono morti nel 1616 tre importanti scrittori: lo spagnolo Miguel de Cervantes (1547-1616), l'inglese William Shakespeare (1564-1616) e il peruviano Inca Garcilaso de la Vega (1539-1616).


martedì 21 aprile 2015

Romancing...Miss Charlotte

“Every atom of your flesh is as dear to me as my own: 
in pain and sickness it would still be dear.” 
Charlotte Brontë, Jane Eyre
Portrait of Charlotte by J. H. Thompson at the Bronte Parsonage Museum
Portrait by J. H. Thompson
The Bronte Parsonage Museum

Today is the birth anniversary of one of the most popular writers: Charlotte Bronte. She was born April 21, 1816 at Thornton in Yorkshire.

Oggi è l'anniversario della data di nascita di una delle scrittrici più amate dal pubblico: Charlotte Bronte nata il 21 aprile 1816 a Thornton nello Yorkshire.  

this is the bronte birth place on market street thornton bradford west yorkshire bd13
The old parsonage at Thornton where the Charlotte was born.


genealogy of the Brontes
Brontë family

The Bronte sisters, Charlotte, Emily and Anne have written some of the greatest novels of English literature.

I romanzi di Charlotte, Emily ed Anne sono stati a pieno titolo inseriti nelle grandi opere della letteratura inglese. 

Presumed portrait of Emily, Charlotte and Anne Brontë, attributed to Edwin Landseer, ca. 1838
Presumed portrait of Emily, Charlotte and Anne Brontë,
attributed to Edwin Landseer, ca. 1838

Charlotte Bronte Working on 'Jane Eyre'
Charlotte and her father

Who does not remember Jane Eyre and her Mr. Rochester or the heart breaking love story beetween Catherine and Heathcliff in Wuthering Heights written by Emily or the story of Helen that,  in The tenant of Wildfell hall,  flees from her unhappy marriage.

Chi non ricorda Jane Eyre e il suo Mr. Rochester oppure la struggente storia d'amore di Heathcliff e Catherine in Cime tempestose scritto da Emily o la storia di Helen che  in The tenant of Wildfell hall fugge dal suo matrimonio infelice. 

:)

Jane Eyre title page.jpg


The Tenant of Wildfell Hall by Anne Bronte

Life was not easy for the young sisters, and their novels always have something autobiographical. Their father was a rude cultured Reverend and they lived mostly in the moors of Yorkshire.

La vita delle sorelle Bronte non fu facile e i loro romanzi hanno sempre qualcosa di autobiografico. Figlie di un rude reverendo vissero per lo più nella nella brughiera del Yorkshire. 
From a rough painting by Bramwell Bronte, representing himself and his three sisters, Charlotte, Emily and Anne in what has become to be known as the Gun Group Portrait
From a rough painting by Bramwell Bronte,
representing himself and his three sisters, Charlotte, Emily and Anne

Patrick Bronte was a reverend of humble origins who managed with great willpower to study at Cambridge. He had great intellectual gifts, but he was a selfish man and very strict. In 1820 they moved to Haworth in the heart of the moors that we find in their novels.
Their house was the rectory of the church where his father was serving. today became the home of the Bronte Parsonage Museum.

Viaggiarono (poco) amarono (molto), sognarono (tanto). Il padre era un reverendo di umili origini che riuscì con grande forza di volontà a studiare a Cambridge. Ebbe grandi doti intellettuali ma fu un uomo egoista e molto severo. Nel 1820 si trasferirono ad Haworth nel cuore della brughiera, dove spesso il vento sferzante del Nord non lasciava tregua. La loro casa fu la canonica della chiesa dove il padre prestava servizio oggi diventata la sede del Bronte Parsonage Museum. 

The beautiful village of Haworth, where the Brontë sisters lived, Yorkshire, England
Haworth

The Bronte Parsonage in Haworth, England

Haworth Parsonage
The Parsonage


Maria Branwell, their mother, died young. The young Bronte grew up with their aunt and received maternal warmth only by their housekeeper. First attended an austere school until two old sister became ill and died for the school's poor conditions thet permanently affected their health and physical development. Charlotte continued his studies at home then at an institution where she later taught before becoming housekeeper and governess (our Jane Eyre?)

La madre morì giovane. Le figlie furono accudite da una zia ma ricevettero un po' di calore materno solo dalla loro governante. Dapprima frequentarono un austero collegio che riuscirono ad abbandonare solo dopo la morte dovuta agli stenti patiti nella scuola delle due prime sorelle. Charlotte continuò gli studi a casa  poi presso un istituto ove ella successivamente insegnò prima di diventare governante ed istitutrice  (ecco Jane Eyre?)

jane eyre


Charlotte Brontë’s handwritten manuscript of Jane Eyre
Charlotte Brontë’s handwritten manuscript of Jane Eyre

North Lees Hall, Haversage, Derbyshire - Charlotte Bronte's inspiration for Thornfield Hall in Jane Eyre
North Lees Hall, Haversage, Derbyshire
Charlotte Bronte's inspiration for Thornfield Hall in Jane Eyre

Jane Eyre 1944
Jane Eyre, 1944
“I ask you to pass through life at my side – to be my second self, and best earthly companion.” – from Charlotte Bronte’s novel, JANE EYRE.

Charlotte and Emily and Anne dreamed to have a school in which their teaching, But it did not happen.

Charlotte ed Emily ed Anne sognavano un giorno di avere una scuola propria in cui insegnare, per mantenersi e svolgere un lavoro consono alla condizione della donna del tempo. Ma non fu così.

Unknown woman, formerly known as Charlotte Brontë (Mrs A.B. Nicholls)  by Unknown artist, watercolour, 1850
Unknown woman, formerly known as Charlotte Brontë (Mrs A.B. Nicholls)
by Unknown artist, watercolour, 1850

In 1842 Charlotte and Emily travelled to Brussels to enrol at the boarding school run by Constantin Héger but lack of money forced the sister to return home to a sick father and alcoholic brother. Charlotte  used the time spent in Brussels as the inspiration for some of the events in The Professor and Villette.
All three sisters wrote under pseudomini of Currer, Ellis, and Acton Bell.

A Charlotte ed Emily fu concessa la possibilità di recarsi a Bruxells per studi, ma la mancanza di denaro costrinse le giovani a far ritorno a casa ove l'attendeva un padre infermo e un fratello maggiore in preda all'alcool.  E fu proprio a Bruxells che Charlotte conobbe e si innamorò (non ricambiata) del suo professore Constantin Héger .
Tutte e tre le sorelle scrissero sotto pseudomini di Currer, Ellis, and Acton Bell.

An early fan of the Brontës’ poetry (or the Bells’ poetry) asked the publishers if he could have their autographs, so they sent him these pseudonym signatures.

Poems by Currer, Ellis, and Acton Bell  The Brontë sisters had adopted pseudonyms for publication: Charlotte was Currer Bell, Emily was Ellis Bell and Anne was Acton Bell.
Poems by Currer, Ellis, and Acton Bell
(Charlotte was Currer Bell, Emily was Ellis Bell and Anne was Acton Bell)
A manuscript by Charlotte Brontë that fits comfortably into the palm of a hand.
A manuscript by Charlotte Brontë
that fits comfortably into the palm of a hand.

Between 1846 and 1853 she wrote and published her most famous novels and poems. In the same years she lost her brother and her sisters. To escape from the pain caused by the many deaths Charlotte went often to London. He became friends with Elisabeth Gaskell her future biographer. 

Tra il 1846 e il 1853 scrisse e pubblicò i suoi romanzi più famosi e alcune poesie. Negli stessi anni morirono in poco tempo Branwell, il fratello maggiore, Emily (che rifiutò le cure mediche fini all'ultimo) ed Anne per consunzione. Per scappare dal dolore provocato dai numerosi lutti Charlotte si recò spesso a Londra. Divenne amica di Elisabeth Gaskell sua futura biografa.

CharlotteBronte.jpg
1854 photograph

.


The Life Of Charlotte Bronte

But London wasn't her home. Charlotte returned to solitary moor of Yorkshire, where against her father'will, accept the marriage proposal of the Reverend Arthur Bell Nicholl, coadjutor of the same father. They married in 1854 but their happiness was very short. Charlotte became pregnant soon after her wedding but she died, with her unborn child, on 31 March 1855, aged 38.

Charlotte ritornò nella solitaria dimora dello Yorkshire, e finì, nonostante il parere contrario del padre, per accettare la proposta di matrimonio del reverendo Arthur Bell Nicholl, coadiutore del padre stesso. Si sposarono nel 1854 ma la loro felicità durò poco. Charlotte morì incinta appena un anno dopo a soli 38 anni.

Charlotte Bronte's wedding bonnet, 1854.  Bronte Parsonnage Museum
Charlotte Bronte's wedding bonnet, 1854.
Bronte Parsonnage Museum

Clothes and accessories worn by Charlotte Bronte on display in her old bedroom at the Bronte Parsonage Museum
Clothes and accessories worn by Charlotte Bronte
 on display in her old bedroom at the Bronte Parsonage Museum
Recently I bought this amazing book: The Brontes at Haworth  by Ann Dinsdale  It presents a detailed picture of the Brontes' live at Haworth, recountinng the story of each members of the family and describing the world in wich they lived. 
This book is indeed a trip back to Haworth. The texts and the pictures of the parsonage and the area surrounding it are beautiful! 

Recentemente ho comprato questo libro: The Brontes at Haworth  di Ann Dinsdale. Il testo è in inglese e descrive con immagini, testi, e fotografi e,la storia di ogni membro della famiglia e la loro vita a Haworth. E' un bellissimo viaggio nel loro mondo: sembra di 'entrare' nella canonica e nei luoghi circostanti!


The Brontes at Haworth 
by Ann Dinsdale  (english edition)

Another book I've read and enjoyed very much is 'Romancing Miss Bronte' by Juliet Gael. The novel reconstructs the life, passions, disappointments, glories, dreams, difficulties and loves of Charlotte Emily and Anne.

Un altro libro che ho letto tempo fa e che mi è piaciuto tanto è stato 'Romancing Miss Bronte' di Juliette Gael. Questo romanzo ricostruisce la vita, le passioni, le delusioni, le glorie, i sogni, le difficoltà e gli amori di Charlotte e, accanto a lei, di Emily e Anne. Bellissmo! Lo consiglio!




Charlotte Bronte Novels: 
- Jane Eyre, published 1847
- Shirley, published in 1849
- Villette, published in 1853
- The Professor, written before Jane Eyre, submitted at first along with Wuthering Heights and Agnes Grey, then separately, and rejected by many publishing houses, published posthumously in 1857
- Emma, unfinished; Charlotte Brontë wrote only 20 pages of the manuscript, published posthumously in 1860. In recent decades at least two continuations of this fragment have appeared:
- Emma, by "Charlotte Brontë and Another Lady", published 1980; although this has been attributed to Elizabeth Goudge,the actual author was Constance Savery.
Emma Brown, by Clare Boylan, published 2003

Romanzi di Charlotte Brontë:
- "Jane Eyre" (1847)
- "Shirley" (1849)
- "Villette" (1853)
- "The Professor" (scritto prima di "Jane Eyre" ma rifiutato da molti editori; pubblicato postumo nel 1857)
- "Emma" rimasto incompiuto (scrisse solo 20 pagine del manoscritto)

Vintage Postcard Bronte England

Charlotte Brontë's 198th Birthday (born 1816)
Doogle Google 2014


Jane speaking to Mr. Rochester


For more about Bronte's life see this video  on You Tube



venerdì 17 aprile 2015

Racconti di viaggio. Inghilterra. Prima Tappa


A Pasqua quest'anno ho realizzato un sogno: un viaggio in Inghilterra attraverso itinerari storici e culturali a me tanto cari.
In questo blog vi racconterò di questo meraviglioso tour che è durato 10 giorni che mi ha lasciato con l'incredibile voglia di ritornarci sin da subito!!:).




Prima di partire ho pianificato l'intero percorso selezionando i luoghi da visitare tra un innumerevole quantità di cose belle ed interessanti da vedere!
In un offerta così vasta di case, manieri, castelli, parchi attrazioni, città, luoghi storici, musei, etc etc, è stato davvero difficile scegliere dove andare...ma dopo aver consultato mappe, siti web e...il mio cuore :) ...ho predisposto un itinerario che teneva conto di quattro fattori principali: la presenza dei miei bambini, l'interesse per il luogo, la distanza da un posto all'altro e il tempo di percorrenza (elementi fondamentali che se ben organizzati ti assicurano il successo del viaggio!). Occorreva poi anche tener conto che la maggior parte delle attrazioni chiude abbastanza presto nel pomeriggio!! 




Il piccolo gruppo familiare pronto a decollare e a godersi il viaggio era composto da mio marito, me e i nostri due meravigliosi cuccioli di 13 e 10 anni!




Da dove siamo partiti? Da Napoli in direzione Liverpool. E' stata la mia seconda visita a questa bella cittadina e ho scoperto cose nuove ed interessanti.


Liverpool sorge lungo l'estuario del Mersey. Al piccolo villaggio di Livpul nel 1207 re Giovanni  concesse il privilegio di 'libera città' e divenne porto. 
Durante il XVII e XVIII sec. Liverpool acquisì notevole importanza per il redditizio commercio degli schiavi.
Nel 1715 furono inaugurati i primi docks che si estendevano per 11 km lungo il fiume Mersey.
Nel 1840 da Liverpool partì il primo transatlantico a vapore della città. Da tutta Europa vi giunsero gli emigranti diretti nel Nuovo Mondo, alcuni vi si stabilirono, altri invece emigrarono. Ancora oggi il porto di Liverpool ha un volume di traffico molto intenso. 

La Britannia (1840), il primo transatlantico della Cunard Steamship Company.

Ci sono molte cose da visitare. Affascinante è la zona degli Albert Dock, magazzini portuali tramite i quali si rifornivano o si scaricavano le imbarcazioni commerciali.  


Costruiti con ferro e mattoni senza materiale ligneo, furono i primi magazzini antincendio nel mondo. Dopo anni di degrado la zona è stata recuperata e oggi è piena di negozi, pub, ristoranti e musei...tra questi The Beatles Story, tappa obbligatoria per chi visita la città ed intende entrare nella storia e nella leggenda dei favolosi quattro ragazzi di Liverpool.

I Beatles rivoluzionarono la musica negli anni sessanta ed ebbero un successo planetario in brevissimo tempo...!



Visitare questo museo è come intraprendere un lungo viaggio nel tempo, dalla fine degli anni Cinquanta e per più decennio. All'ingresso un doveroso omaggio a The king...


(...se lo dicevano loro come non essere d'accordo!:) I Love Elvis forever!!:)

All'interno del museo le ricostruzioni dei luoghi  che li hanno resi celebri (Liverpool, Amburgo, Londra, USA, etc), i cimeli, le fotografie, i filmati e una serie innumerevole di riferimenti discografici, erudiscono anche il più ignoto visitatore sul gruppo e sulla sua epoca.



Dall'Italia avevo prenotato The Beatles Fab Four Taxi Tour, un giro turistico di circa due ore nella periferia di Liverpool nei quartieri che hanno ispirato le loro canzoni! E' stato emozionante vedere da vicino i luoghi dei nomi delle canzoni! I testi si ispiravano alla loro quotidianità con una semplicità sorprendente!:) 
La guida è stata davvero cordiale ed amichevole nel spiegarci l'itinerario. Bel tour lo consiglio anche se è solo in lingua inglese!:)

Tra le tappe la celebre Penny Lane, il cui nome lo si deve a un mercante di schiavi del Settecento, che tra’altro lottò contro le leggi che abolirono la schiavitù nel Regno britannico.

.

Oggi la targa della strada è disegnata sui muri poiché negli anni quella vera è stata oggetto di 'collezionismo' da parte dei fans! John Lennon e Paul McCartney frequentavano questa strada e spesso vi prendevano il bus.

Il brano musicale che porta il nome della strada fu pubblicato nel 1967 come singolo, assieme all’altra famosa canzone Strawberry Fields Forever. Quest'ultima è una delle canzoni più celebri dei Beatles, che prende spunto dal nome di un orfanotrofio presente a Liverpool. 


Lo Strawberry Fields Community Home era una vecchia residenza risalente al periodo storico vittoriano, situato nel quartiere di Woolton. Durante i primi anni di vita John Lennon e i suoi amici d’infanzia volte scavalcavano il muro protettivo per “rifugiarsi” nel giardino dell’orfanotrofio, divenendo così il luogo segreto, appartato rispetto al mondo esterno.
Tanti i luoghi visti ...tra cui 

La casa di John...



...quella di Paul...



...la targa posta fuori all'oratorio dove Paul e John si incontrarono per la prima volta ...
...era il 6 luglio 1957...



Liverpool è davvero una bella cittadina...in Mathew Street vi è un altro luogo leggendario...The Cavern, il locale dove il gruppo iniziò ad esibirsi (è perfettamente ricostruito nei pressi del luogo in cui realmente si trovava) 



Passeggiando per il centro abbiamo 'incontrato' un' luogo a dir poco meraviglioso per gli appassionati bibliofili come me! Uno spazio in cui liberamente puoi sederti, prenderti un libro, leggerlo e portarlo anche via se vuoi ad un unica condizione: ne devi lasciare uno tuo a disposizione di chi verrà dopo di te. 




Il luogo è aperto, non ci sono cancelli, non c'è nessuno che ti sorveglia, e nonostante stai nel bel mezzo di una città piena zeppa di negozi e centri commerciali,  puoi sentirti un po' come Alice nel paese delle meraviglie mentre ascolta la storia sotto l' albero!! Che meraviglia!:)




Questo era il 'nostro' Hotel a circa 15 minuti di auto dal centro ( Rainhill-Liverpool)...




Comodo, accogliente e con un bel Pub adiacente (ottimo Breakfast! ) Consigliato!...:)

Risultati immagini per ship pub rainhill liverpool

...la nostra auto a noleggio...



Fin qui una breve sintesi della nostra prima tappa...sono stati due giorni intensi molto belli e ventosi...soprattutto di notte quando il vento impetuoso sferzava la finestra...sembrava di stare nella brughiera delle Bronte con le sue Cime Tempestose che non è lontana da qui ma purtroppo, per motivi organizzativi, non sarà una delle nostre mete di questo viaggio...

...domani si parte ... in direzione....???:)