lunedì 23 luglio 2012

Literary Map

Durante una delle mie incursioni web mi sono imbattuta in questa straordinaria e inusuale cartina 'geografica': offre l'opportunità di osservare una nazione attraverso i suoi illustri personaggi!  Mi vien voglia di partire alla scoperta di tutti i luoghi che ritrovo nelle opere a me più care!



Ovviamente i miei preferiti ci sono tutti: da Jane Austen a Thomas Hardy alle sorelle Bronte, Wordsworth, Blake, George Eliot...bella anche quella del Galles!



Sono prodotte e vendute da The Literaty Gift Company.
Mi piacerebbe avere anche quella dell'Italia!!

sabato 21 luglio 2012

Il 21 luglio nel racconto di un diario di campagna inglese del 1904

Disegno del cottage
The Cottage Book è un diario di campagna scritto da Sir Edward Grey e sua moglie Doroty alla fine dell'800 inzio '900 come racconto delle giornate trascorse nel loro cottage a Itchen Abbas nell'Hampshire. Grey fu un membro del partito Liberal per più di trent'annni e fu un acceso sostenitore dell'importanza dell'Impero britannico. Fu quindi uomo di stato ma al tempo stesso fu un grande naturalista e scrittore. In questo diario, scritto a quattro mani con la moglie, descrive le visite al cottage e il trascorrere delle stagioni. Sono dei racconti 'liberi' nel senso che scrivevano quando ne avevano voglia e delle cose che ispiravano la loro fantasia o attiravano la loro attenzione. Entrambi mostravano grande entusiasmo nella natura: bellissime le loro descrizioni della flora e della fauna presente intorno al cottage.  

Disegno tratto dal libro
Amavano la campagna e le passeggiate in bicicletta nell'Hampshire. Il diario fu scritto dal marzo 1894 fino alla morte di Doroty nel febbraio 1906.
La prima edizione fu una pubblicazione privata solo per una ventina di amici. Ufficialmente è stato pubblicato novent'anni dopo nel 1999 a cura di Michael Waterhouse. 

Immagine di Sir Grey tratta dal libro
Questo è il racconto scritto da Doroty a proposito di oggi 21 luglio. Il suo anno era il 1904!
"I have been here since the 14 th and stay till 25th. Every day has been hot, one day only without any breeze. Therm has not been above 81 under the lime. There is certainly a drought but non bad effect are showing.
We water some things in the garden and roses are coming rather small. The crop of sweet peas is splendid, and mignonette and heliotrope are very good. We have a very tame young blacker and the cross cock  comes and the hen occasionally.
There are several rather dull young spinks, and even small tail has got rather inclined to snatch the bread and he and spread tail hardly ever came on the mat. 
It seems to be a bad time of years for tameness in spinks. No sound or sign of the blackcap this time, and no crooning of turtles but many voices of goldfinches and greenfinches  and sometimes of bullfinches and tittics".

(questa è la mia traduzione: non di tutti i termini ho trovato riscontro in italiano).
"Sono qui dal 14 e soggiornerò fino al 25. Ogni giorno è stato caldo, uno solo senza alcuna brezza. La temperatura  non è stato al di sopra 81 sotto al tiglio. C'è certamente un periodo di siccità, ma non con cattivi effetti.
Abbiamo innaffiato il giardino e le rose stanno crescendo piuttosto piccole. Il raccolto di piselli dolci è splendido, e la reseda e l’ eliotropio sono molto belle. Abbiamo una nera molto docili giovane e il gallo e la gallina vengono di tanto in tanto.
Ci sono diversi giovani e piuttosto noiosi Spinks (vocabolo non tradotto) con la piccola coda e sono abbastanza inclini a strappare il pane ma non sono mai venuti sul tappeto.
Sembra un brutto periodo dell’anno per la per docilità dei Spinks.  In questo periodo non c’è nessun suono o segno della capinera, e nessun rumore delle tartarughe, ma molte voci di cardellini e verdoni e talvolta di ciuffolotti".


La copertina del libro

mercoledì 11 luglio 2012

In Svezia sulle tracce di Pippi!

Pippi Långstrump1945
In questo post vi accompagno in un fantastico viaggio nel mondo di Pippi Calzelunghe l’intrepida ragazzina audace, avventurosa e combina guai. Con Pippi ho sognato da ragazzina e con Pippi oggi fantasticano i  miei bambini!
Così,  poiché mi diletto ad organizzarmi i viaggi e sono sempre alla ricerca di mete da visitare belle per piccoli e grandi questa volta la nazione è stata la Svezia!
Questo è un racconto è solo una parte del tour che abbiamo fatto, poiché la Svezia è piena di magia e di cose belle da vedere!
In questo paese, tra boschi, laghi, isole e natura incontaminata le fiabe e i racconti riportano nel meraviglioso mondo dell’infanzia.


Sulle tracce di Pippi la prima tappa del viaggio è lo Junibacken il museo delle favole a Stoccolma situato sull’isola di Djurgården. La sua ‘Piazza delle Fiabe’, è una vera e propria immersione nel mondo delle favole: attorno alla piazza, con i suoi ciottoli ed i vecchi lampioni, abitano molte delle più amate figure dei libri per bambini.


All'interno dello Junibacken
Ma per entrare  nel vero mondo di Pippi occorre visitare la regione della Småland nella Svezia meridionale.


Benvenuti a Vimmerby
A Vimmerby, citta natale della famosa scrittrice, c’è un museo e un parco a tema interamente dedicato ai suoi racconti: l’Astrid Lindgrens Varld, www.alv.se. 
Vi assicuro che per i bambini entrare in Villa Villacolle, inontrare Pippi e Zietto sono una vera meraviglia! C’è persino Zia Prysselius in giro con la sua bici!


L'ingresso al parco
Villa Villacolle

Qui abbiamo anche conosciuto altri personaggi nati dalla penna di Astrid Lindgren: Emil e Mardie altrettanto famosi come Pippi in Svezia ma meno noti a noi italiani. Sono personaggi presi in prestito dalla vita reale delle provincia dello Småland: 
Emil vive a Katthult una tipica fattoria Småland, con un piccolo edificio rosso principale, una casa di contadini, un magazzino dove viene conservato il cibo e una stalla per il bestiame. Questa fattoria particolare ha anche una legnaia, e chiunque ha sentito le storie di Emil sa che questo è un luogo dove si reca spesso! 


Emil
Emil vive a Katthult con la madre, il padre e la sorellina Ida. Hanno una cameriera chiamata Lina, un bracciante chiamato Alfred e un piccolo maiale chiamato Piglet. Il bracciante Alfred e il maialino Piglet sono i suoi migliori amici.


Mardie
Mardie vive in un luogo chiamato Junedale, in una grande casa rossa accanto a un fiume. Vive lì con la madre, il padre e il suo bambino sorella Elisabeth, un barboncino chiamato Sasso e un gattino chiamato Gosan.
Mardie è molto simile ad Astrid se stessa come una bambina e sua sorella più giovane, Elisabeth. 
Unico nel suo genere, questo parco è completamente ‘off technology’ ovvero non ha le soliti ‘tristi’ giostre elettriche, videogame e quant’altro che i nostri bambini debbano subire ‘passivamente’ ma riscopre il mondo dei giochi dei una volta completamente semplici ed  artigianali!


Piccola costruzione
Ci sono veri e propri villaggi con minicasette, teatri per le suggestive rappresentazioni e i personaggi dei racconti, come ‘fuoriescono’ dal libro di fiabe e passeggiano incontrando bambini e turisti.  
Questo parco è davvero bello, un utile insegnamento per quanti oggi credono che l’unico divertimento per i nostri bambini sia ‘attaccarli’ ad un pc, o ad un videogame!. Bello se non altro per capire che senza tanta tecnologia ci si  può divertire lo stesso!! 
Raggiungere questa regione significa passare per foreste e praterie, incontrare animali selvaggi, osservare quelle meravigliose casette rosse con i contorni bianchi tipiche della Svezia.


Tipica casetta svedese
Il cottage in cui abbiamo pernottato

Un villaggio di pescatori



Questo è stato il nostro itinerario. Durata del viaggio 11 giorni/10 notti.
Le tappe:
Stoccolma – Orebro 190 km 
Orebro – Karlstad 112 km
Karlstad – Gotenborg 260 km
Goteborg – Eksjo 200 km
Eksjo- Vimmerby 60 km
Vimmerby - Skavsta 200 km
Se volete qualche info in più scrivetemi!