domenica 28 maggio 2017

Le Case di Jane Austen

La cover del libro di Mara Barbuni, edizione Flower-ed
Siamo nell'anno del bicentenario della morte di Jane Austen (1817-2017) e a pieno titolo possiamo affermare che è diventata una scrittrice leggendaria. Grazie a lei abbiamo conosciuto un’epoca, quella Regency, ci siamo innamorate (chi non lo è stato dei suoi eroi?), ci siamo appassionate, commosse, incuriosite, e soprattutto abbiamo capito che non basta leggere una volta un romanzo per capirlo ma che occorre scandagliarlo fino in fondo per arrivare agli abissi della sua profondità. 
Leggere Jane Austen non stanca mai. Ogni libro, ogni informazione e studio sulla persona e sulla sua scrittura aggiunge un tassello al puzzle che probabilmente non finiremo mai di comporre del tutto.
Sono molto attratta dai libri che mi aiutano a comprendere meglio la scrittrice e la sua opera.
Il libro Le case di Jane Austen di Mara Barbuni, edizioni Flower-ed è uno di questi. Impossibile amare questa scrittrice e distaccare i suoi romanzi dai luoghi dei suoi romanzi e dalle trasposizioni cinematografiche. A mio avviso non è facile districarsi tra le tanti luoghi dei romanzi e quelli che hanno fatto da sfondo alle tante edizioni cinematografiche. 


Chawton Cottage by A H Hallam Murray
Da un lato ci sono i luoghi quelli 'veri' in cui ha vissuto, frequentato, amato e amato meno. Dall'altro ci sono  luoghi dei romanzi, quei villaggi, quelle residenze che rimangono impresse nella nostra memoria fin tanto da rendersi come veri! Luoghi da sogno in cui la nostra fantasia trova il tempo di spiccare il volo verso mete irraggiungibili! 
L’economia domestica dell’epoca incuriosisce molto. E’ ovvio che la bellezza mostrata nei film e nelle serie televisive ha contribuito a far crescere il mito e anche a far avere una vera e propria visione condivisa dei luoghi. 
Le case di Jane Austen sono un po’ le case di ognuno di noi o meglio sono quelle in cui vorremmo essere nel momento esatto in cui le vediamo e quelle che continuiamo a sognare ogni qualvolta abbiamo la possibilità di farlo. Nei sette capitoli del libro il valore dei luoghi passa attraverso le architetture, gli arredi, gli oggetti le abitudini e persino il reddito necessario al mantenimento delle proprietà con un esplorazione degli elementi meno ovvi dell’opere austeniane.
Il luogo aiuta a comprendere meglio il personaggio e di conseguenza è la chiave di accesso alle informazioni meno conosciute e, grazie ad un vero e proprio itinerario 'austeniano', diventa meta di un viaggio unico ed irripetibile alla ricerca della tanto amata Jane.
Buona lettura!:)

Scheda del libro
Le case di Jane Austen
di Mara Barbuni
flower-ed, Roma
Ebook e brossura
Prima edizione: gennaio 2017

Biografia dell'autrice tratta dal sito della casa editrice
Mara Barbuni ha un dottorato di ricerca in letteratura inglese e lavora come insegnante di lingue e traduttrice. Si occupa in particolare di scrittura femminile del primo Ottocento e di età vittoriana. Ha tradotto i romanzi di Elizabeth Gaskell Gli innamorati di Sylvia e Mogli e figlie; è l’autrice della monografia And the air vibrates with the silver sound: Anna Barbauld’s Poetry, della biografia Sui passi di Elizabeth Gaskell e del saggio Elizabeth Gaskell e la casa vittoriana. È la direttrice di Due pollici d’avorio, la rivista letteraria della Jane Austen Society of Italy.

lunedì 22 maggio 2017

Pensieri sparsi…I Libri

“Il libro è una cosa: lo si può mettere su un tavolo e guardarlo soltanto, 
ma se lo apri e leggi diventa un mondo.”
(Leonardo Sciascia)

A Lady in Pink, 1899
Patrick William Adam (1854-1929)

Quando posso scrivo delle osservazioni sui libri che leggo. Non recensioni professionali...il mio è puro genere amatoriale nato con l’idea di condividere un impressione, un’emozione o una sensazione.


A lady reading a book by Ernst Liebermann

Woman Reading in an Interior.
Carl Vilhelm Holsoe (Danish, 1863-1935).
Chi mi conosce sa che, ahimè, non riesco mai a leggere un solo libro per volta! 
I miei ‘scaffali’ quotidiani, sempre pronti per le mie molteplici esigenze, sono: un comodino vicino ad un letto sul quale ogni sera porto il libro che proprio non posso fare a meno di leggere (ma che spesso dopo la prima pagina ho già chiuso gli occhi!),  un cruscotto dell'auto sempre pieno di libri vari (perché una mamma mentre aspetta i figli durante le loro attività pomeridiane può approfittare dei veri e forse unici momenti di relax della giornata!!:), una borsa in cui il libro trova sempre spazio tra chiavi e portafogli, una shopping bag da lasciare in macchina con gli ultimi numeri delle riviste in abbonamento e il libro che ogni tanto spunta alla ribalta (perché non si sa mai… magari ho voglia di leggere qualcosa altro!:) e ovviamente i miei scaffali di casa... 

Blanche, Jacques Emile (1861-1942)

The Letter.
Edmund Blair Leighton (British, 1853-1922)
...E così finisce che il tempo che intercorre tra l’acquisto di un libro e l’inizio e la fine della lettura spesso sia più lungo del dovuto … e quella che magari è pensata con una recensione arriva quando tutti hanno già letto quel testo!:) 
Ogni mio libro entra in una sorta di 'lista' in attesa di essere preso! Il bello è che così il sogno diventa più lungo… Già proprio così…ogni storia è un sogno in cui immergersi, un viaggio verso mete lontane e sconosciute che lasciano sempre un preciso ricordo.

Jon Uban

E che dire di quei pochi minuti che trascorrono quando hai letto l’ultima pagina, chiudi la copertina e prima di posarlo indugi a pensare? Lì scorre il vero momento in cui sola con te stessa sorridi o asciughi piccole lacrimuccie o certe volte ti arrabbi perché non è andata come volevi o semplicemente sogni….magari un Mr. Darcy che resiste a 200 anni di innamoramenti o semplicemente un mister X o una miss X in un paese X con una vita X e tante XXX nella loro vita!

The Letter by William Kay Blacklock (English, 1872-1922)

A Pleasant Corner by John Callcott Horsley
'Leggete per vivere' scriveva Gustave Flaubert ed io concordo pienamente con lui… !
I miei generi preferiti? Biografie ed autobiografie al primo posto...ma subito dopo romanzi storici...classici...saggi...ed anche racconti, favole, poesie, libri di cucina, di tradizioni, libri illustrati e vintage! Capitolo a parte sono i diari quelli belli preferibilmente tra scritti tra '700 e '800 (presto scriverò un post sull'argomento!).

World of Dreams (1876).
Lady Laura Theresa Alma-Tadema (English, 1852-1909)
Ammetto che l'Inghilterra è molto spesso presente nelle mie scelte e mi dispiace che una gran parte dei bei libri illustrati su vari argomenti non sia pubblicata in italiano!
Pochi sono i miei libri digitali: per me la carta è insostituibile. Il libro va toccato, odorato, manipolato, aperto, chiuso ed anche lasciato lì sul tavolino...solo per il semplice gusto di osservarlo!
Socrate scriveva: Saggio è colui che sa di non sapere. Impossibile dagli torto! 
Il mio unico rammarico è che il tempo per leggere è sempre poco ma nonostante ciò vale sempre la pena di provare anche solo per un paio di pagine al giorno!

Young Woman Reading by Alfred Stevens
‘“Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito … perché la lettura è un’immortalità all’indietro" (Umberto Eco)

Evening at home by Sir Edward Poynter

giovedì 18 maggio 2017

Lost Souls




Poesie scritte da un mio caro amico. Ho chiesto ed avuto il permesso di condividerle con voi. Io le adoro!:)

Anime in Pena
di Giuseppe Brunasso

Sei stata il bacio delicato  
che l'ultimo raggio di sole 
dona al primo raggio di luna,
quell'attimo di pura follia 
che commiata la luce 
e prelude alla notte, 
il tenero abbraccio 
che spegne l'ardore 
ed accende il desiderio.
… L’incontro fatale
di due anime in pena.

Insieme attraverseremo la tempesta
di Giuseppe Brunasso

Quando il cielo riverserà lacrime nervose
tra i petali dei nostri giorni radiosi,
io sarò lì a spargere mantelli sul tuo cammino,
per esserti forza e rifugio.
Insieme attraverseremo la tempesta.
Mi nutrirai con  sguardi profondi e delicati 
che accarezzeranno il cuore
come i baci che non ti ho ancora dato.
Non mi mancheranno le tue labbra 
ed i sorrisi che creeranno:
saranno loro ad incoronarmi, ogni giorno,
come tuo re.

- "Anime in Pena" è pubblicata nel calendario 2017 della Ursini Edizioni
- "Insieme attraverseremo la tempesta" è pubblicata nell’antologia “Parole d’Amore” della “Ursini Edizioni”(Feb 2017)



These poem were written by a very good friend of mine. I asked him for permission to share with you his verses. I really love them!

Lost Souls
by Giuseppe Brunasso

You have been the gentle kiss
That the last ray of sunshine
Gives to the first moonlight,
That moment of pure madness
Which moves the light
And preludes to the night,
The warm embrace
Which fades passion
And turns on desire.
... The fatal encounter
Of two lost souls.


Together we will walk through the storm
by Giuseppe Brunasso

When the sky will shed nervous tears
Among the leaves of our brighter days,
I will be there to spread cloaks on your path,
To be your strength and your refuge.
Together we will walk through the storm.
You will feed me with deep and sweet gazes
That will touch my  heart
Like kisses I have not given you yet.
I will not miss your lips
And the smiles that they will create:
They will crown me every day,
as your king.


Breve biografia dell'autore
Giuseppe Brunasso nasce a Torre del Greco il 10 Dicembre 1966. Attualmente vive a Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta. Esercita la professione di Medico operando nel campo della diagnostica ecografica. Studioso dell’iconografia russa, dal marzo 2014 scrive sul mensile di arte e cultura “Il Saggio” di antiche Icone russe. Scrive poesie dall’età di 14 anni.

Negli anni ottiene numerosi riconoscimenti tra i quali:
- Primo classificato al VII Concorso Internazionale di poesie Auletta terra nostra con la lirica “Spietata Speranza”. 
- Primo premio della giuria popolare al ‘XX Concorso Internazionale di Poesie - Il Saggio – Città di Eboli” e Trofeo degli innamorati al ‘II Premio San Valentino’ svoltosi ad Atripalda con la lirica “Tu”. 
- Menzione di merito alla “IV edizione del Premio Alda Merini” svoltasi a Catanzaro;  premio speciale del sindaco di Eboli e  premio speciale del Consiglio dei Ministri al “XIX  Concorso Internazionale  di Poesia "Il Saggio - Città Di Eboli", menzione d’onore al “I concorso internazionale Avellino in versi”; menzione d’onore al V Concorso nazionale ed internazionale di poesia e narrativa “Club della poesia città di Cosenza” con la poesia “L’assenza”.

Diverse sue liriche sono state inserite in prestigiose antologie:
- “L’assenza” pubblicata nell’antologia “Alda nel cuore”- IV edizione, edita da Ursini Editore, e nell’antologia del “Concorso Internazionale il canto delle muse” edita da Palladio.
- “Il mio inferno” pubblicata nel “Calendario di Arte e Poesia 2016” e nel volume “Parole & immagini” della Ursini Edizioni.
- “Emozioni” ed “Il mio inferno” pubblicate nel “Repertorio di Arte e Poesia” II edizione,  edito da Ursini Edizioni.
- “Tu” pubblicata nell’antologia “Il sentiero degli innamorati” edita da  Il Saggio Editore.
- “Andrà tutto bene, amore mio!” pubblicata nell’antologia “Nel nome di Alda” edita da Ursini Edizioni


Brief author biography
Giuseppe Brunasso was born in Torre del Greco on December 10, 1966. He currently lives in Santa Maria Capua Vetere, in the province of Caserta. He is a Doctor specialized of Medical Ultrasound Technology. He studied Russian iconography and he writes for “Il Saggio” a monthly magazine of art and culture of ancient Russian Icons since March 2014. He writes poems since he was 14 years old.

Over the years, he has received many awards including:
- Prize winner at the “VII Concorso Internazionale di poesie Auletta” with the poem "Spietata Speranza".
- Prize winner of people's choice award at ‘XX Concorso Internazionale di Poesie - Il Saggio – Città di Eboli”" and Trofeo degli innamorati  at the Valentine Trophy of Valentine's Day at Atripalda with the lyrics con la lirica “Tu”.
-  Special mention at the " IV edizione del Premio Alda Merini " held in Catanzaro, special prize of the mayor of Eboli and special prize of the Italian Council of Ministers at the " XIX  Concorso Internazionale  di Poesia "Il Saggio - Città Di Eboli "; Honourable mention at the " I° concorso internazionale Avellino in versi ", mention of honor at the V national and international poetry and narrative competition  “Club della poesia città di Cosenza” with the poem "L'assenza".

Several poems have been included in prestigious anthologies:
- "L’Assenza" published in the "Alda nel cuore" anthology - IV edition, edited by Ursini Editore, and in the anthology of the " Concorso Internazionale il canto delle muse " published by Palladio.
- "Il mio inferno" published in the "Calendario di Arte e Poesia 2016" and in the book "Parole & Immagini” - Ursini Edizioni.
- "Emozioni " and "Mio inferno" published in the "Repertorio di Arte e Poesia" II edition, edited by Ursini Edizioni.
- "Tu" published in the anthology "Il sentiero degli innamorati" edited by Il Saggio Editore.
- "Andrà tutto bene, amore mio!" published in the anthology "Nel nome di Alda" - Ursini Edizioni


lunedì 15 maggio 2017

Emily, my Love!

Emily Dickinson 
(December 10, 1830 – May 15, 1886)


F269 (1861) 

Wild nights - Wild nights! 
Were I with thee 
Wild nights should be 
Our luxury! 

Futile - the winds - 
To a Heart in port - 
Done with the Compass - 
Done with the Chart! 

Rowing in Eden - 
Ah - the Sea! 
Might I but moor - tonight - 

domenica 14 maggio 2017

14th May 1906

"Wild Arum" By Edith Holden in "The Country Diary of an Edwardian lady"
In her diary written in 1906 Edith Holden observed nature in a unique and special way, with love, freshness, charm, and beauty. She recorded with words and illustrations the seasonal changes in flora and fauna of the English countryside.
I think we should look at the world as she did for ourselves and for our children. Today is the Mother's Day and I dedicate it to my Mother and to Mother Nature who made it all possible.

Today May 14, she wrote:
"Visited the violet: wood this evening, it is quite green and shady there now, as most of trees are Firs and Sycamores and the latter are in full leaf. The ground was covered with Wild Arums, all in flower, - their pale green spathes gleaming out very conspicuously against the red earthen, banks where the rabbit burrow.  Some of the sheathes were spotted and I found one deep, raddish purple in colour. The large handsome green keaves that were so beautiful in the early spring, are now beginning to wither away, as the flowers attain maturity. I noticed the flower just coming on the Beech, - scarely distinguishable from the tender green of the foliage. Oak apples are pleintuf now on the Oak-Trees".



Edith Holden nel suo diario scritto nel 1906 ha osservato la natura in modo unico e speciale, con l'amore che tutti  dovremmo avere per la nostra terra. Con i suoi disegni e le suo parole ha raccontato la bellezza dei cambiamenti della natura nel corso delle stagioni.
Io penso che tutti dovremmo imparare a guardare il mondo come ha fatto lei per noi stessi e per i nostri figli. Oggi è la festa della mamma ed io la dedico alla mia Mamma a Madre Natura che ha reso possibile tutto ciò.

Oggi 14 maggio ella scriveva:
"Questa sera sono andata al bosco delle Viole; qui ora è tutto verde e piano d'ombra, perchè la gran parte degli alberi sono Abeti e Aceri di monte, e questi ultimi sono tutti una foglia. Il suolo era ricoperto dai Gigari, tutti in fiore: le loro spate verde pallido spiccavano distintamente contro gli argini di terra rossa, ove fanno la tana i conigli. Alcune guaine di Gigari erano macchiettate e ne ho trovata una dall'intensa colorazione porporina. Le grandi ed eleganti foglie verdi, così belle all'inizio della primavera, cominciano ad avvizzire ora che i fiori sonno ben sbocciati. Ho notato che stanno apparendo i fiori sul Faggio, a malapena distinguibili dal verde tenero del fogliame. Le galle sono adesso numero sulle Querce".